Divorzio - Iniziativa Laica Ingauna

Vai ai contenuti

Menu principale:

Divorzio

CATEGORIE

STORIA DI VIVIANE, LA LOTTA DI UNA DONNA NEL MODERNO ISRAELE: "IL DIVORZIO È UN DIRITTO SOLO PER GLI UOMINI"
Natalia Aspesi - R.it Spettacoli 24/11/2014

In sala il 27 il film che racconta un "processo" per la separazione Per il tribunale rabbinico la decisione spetta esclusivamente al marito.
Viviane vuole il divorzio: da mesi ha lasciato il tetto coniugale ed è andata a vivere da un fratello sposato; fa la parrucchiera, non vuole soldi, desidera solo divorziare da dieci anni, da cinque si è decisa a chiederlo. Ma vive in Israele, nazione democratica dove però matrimonio e divorzio sono solo religiosi (anche in Italia sino al 1970, esisteva solo l'annullamento ecclesiastico, difficilissimo da ottenere).
 

IL PASTICCIO DEL DIVORZIO BREVE DUE LEGGI IMPANTANATE AL SENATO
Maria Novella De Luca - La Repubblica.it Archivio 02/10/2014

Sembrava un traguardo vicino, un successo a portata di mano, qualcosa di finalmente concreto. Invece no. Il divorzio breve è tornato ad essere lungo, almeno nei tempi che ci separano oggi dall'approvazione di quella legge che dovrebbe (finalmente) rendere "umano" il percorso giuridico della fine di un amore.


Leggi tutto

SEI MESI PER DIRSI ADDIO
Michela Marzano
– La Repubblica.it Archivio 30/05/2014

SENZA più costringere coloro che hanno di fatto già deciso di divorziare ad aspettare anni e anni prima di poterlo fare. Perché la legge dovrebbe costringerli a trascinarsi, e magari anche a rovinare i ricordi più belli della vita in comune? Nonostante tutto, non si divorzia mai a cuor leggero. Anche quando lo si fa di comune accordo, si tratta sempre di un momento di rottura e di lacerazione. Talvolta la storia d'amore è finita già da tempo, e il divorzio è solo un atto formale. Talvolta, anche dopo il divorzio, alcune persone non riescono a elaborare il lutto della perdita dell'altro, e continuano a non separarsene psicologicamente.

Leggi tutto


C'ERAVAMO POCO AMATI UN MATRIMONIO SU 3 FA CRAC E ORA IL DIVORZIO VA DI FRETTA
Vera Schiavazzi – La Repubblica.it Archivio 12/05/2014

È SINGOLARE , e perfino un po' beffardo, che l'Italia celebri i 40 anni dal referendum sul divorzio, che nel 1974 confermò a pieni voti la legge Fortuna-Baslini, quella che nel 1970 lo aveva istituito, proprio mentre in Parlamento sta per giungere al voto una proposta di legge che abbrevia ulteriormente i cinque anni previsti all'inizio, poi passati a tre e che ora si vorrebbe portare a uno soltanto. Gli anni che si collocano tra quelle tre parole, "mi voglio separare", e una sentenza scritta nero su bianco. Perché nel frattempo, come documenta l'Istat col suo ultimo rapporto su separazione e divorzi, il matrimonio non è più un tabù, tantomeno un legame indissolubile per gli italiani: una persona sposata su tre si separa, una su cinque divorzia, e ha fretta di farlo, come testimonia il dibattito politico di oggi.

Leggi tutto

I PROBLEMI CHE RESTANO 40 ANNI DOPO IL DIVORZIO
Claudio Visani – Globalist 12/05/2014

Quarant'anni fa, il 12 e 13 maggio 1974, 19 milioni di italiani, pari al 59,3% dei votanti (che furono l'87%), votarono no al referendum voluto dalla Chiesa e sostenuto dalla Dc di Fanfani e dalle destre per abolire la legge Fortuna-Baslini (socialista il primo firmatario, liberale il secondo) che quattro anni prima aveva finalmente sancito anche in Italia il diritto per le coppie in crisi di poter divorziare. Il fascismo prima (con i Patti Lateranensi del 1929) e la Democrazia cristiana poi, avevano fatto sì che il nostro fosse rimasto fino ad allora uno dei pochi paesi europei dove questo diritto era negato.

Leggi tutto

Addio al divorzio breve, altra promessa tradita
Articolo di Maria Novella De Luca: ""Più che una legge, il fantasma di una legge. Appare, scompare, non viene mai discussa e tutto resta com’è. Milioni di italiani l’aspettano da decenni, eppure la legge sul divorzio breve già pronta nel giugno scorso, è di nuovo scomparsa dal calendario dei lavori parlamentari. Missing, inabissata nella lunga lista di testi  di legge che non approdano mai alla discussione in Parlamento    …     ""

Leggi l’articolo

IL DIVORZIO INFINITO/1 Il divorzio più lungo del mondo
19 giugno 2012 —   La Repubblica
Articolo di Maria Novella De Luca
«Siamo stati insieme vent' anni, abbiamo avuto due figli, meravigliosi. Poi, un giorno, era l' estate del 2000, Marco mi ha detto che era finita, nella sua vita c' era un' altra donna, una nuova passione. In fondo me l' aspettavo, se un amore si esaurisce lo si capisce in due, ma i bambini erano ancora piccoli, credevo fosse giusto restare insieme per loro. Ci abbiamo messo 8 anni a dividere le nostre vite, abbiamo sofferto, litigato, ma sono stati i tempi della leggee del tribunale di Napolia far diventare il nostro divorzio un calvario». Storia di Sara, di Marco e di tutti gli altri. Storie di un' Italia dove per divorziare ci vogliono 4 anni se tutto va bene, e chissà quanto se le cose si mettono male……………….

Leggi tutto l’articolo

IL DIVORZIO INFINITO/2 Se l' amore finito ha bisogno di tempi brevi
19 giugno 2012 —  La Repubblica
Articolo di Michela Marzano
"E vissero per sempre felici e contenti!". Nelle fiabe, dopo mille peripezie, tutto finisce bene. "Lui" e "lei" si incontrano, si sposano, hanno tanti bambini e si vogliono bene per sempre. Nelle fiabe appunto. Dove l' amore è perfetto perché "lui" o "lei" sono capaci di darci tutto quello che vogliamo, corrispondono alle nostre aspettative, non ci deludono, non ci tradiscono, non cambiano... Peccato che nella vita le cose siano molto più complicate. E che quel "per sempre" si scontri spesso contro il muro della realtà. Una realtà fatta di incomprensioni e di tradimenti. Di cambiamenti e di sconfitte. Perché "lui" non è capace di ascoltarci e di capirci, torna a casa sempre più tardi, è nervoso e sfuggente. Perché "lei" assomiglia sempre di più a sua madre, non ha nessuna fiducia in se stessa, si occupa solo dei bambini... E allora, dopo un po' , ognuno vive separatamente…..

Leggi tutto l'articolo

Torna ai contenuti | Torna al menu