PROGETTO - Iniziativa Laica Ingauna

Vai ai contenuti

Menu principale:

PROGETTO

ARCHIVIO > FILOSOFESTIVALBENGA
   


PROGETTO  FESTIVAL DI FILOSOFIA
 
 
Associazioni promotrici: Iniziativa laica ingauna, Casa dei circoli delle culture e dei popoli
Con il Patrocinio del Comune di Albenga, della Regione Liguria, dell'Università degli Studi di Genova
In collaborazione con: C.R.I.F. Philosophy for children, Compagnia dei Curiosi, Vivi il vicolo
FILOSOFESTIVAL
Dedicato a Giuliana Benedetto
PREMESSA
Alcune Associazioni culturali del territorio, riflettendo attorno alla recente perdita della Professoressa Giuliana Benedetto, hanno ritenuto importante non dimenticare l’insegnamento da lei ricevuto, proponendosi di offrire a tutta la Comunità uno spazio di confronto e di partecipazione attorno alle tematiche filosofiche.
Lo dedichiamo alla Professoressa Benedetto per mantenere vivo il fondamento su cui impostava, con passione, il proprio lavoro ovvero che la conoscenza non deve rimanere chiusa in ambiti accademici, ma deve essere patrimonio e risorsa di tutti e che la stessa debba svilupparsi attraverso l’incontro, umana necessità ormai trascurata se non nella dimensione del virtuale.
OBIETTIVO
Obiettivo del festival, in accordo con le premesse fatte, è di portare la filosofia nelle piazze, come avveniva nel mondo della cultura classica, e di farlo dando voce ai giovani ricercatori che così potranno confrontarsi e condividere il proprio pensiero con un uditorio più vasto, aperto sulla città.
La proposta che portiamo alla comunità è di dar vita ad un evento che abbia una continuità nel tempo e che possa approfondire e valorizzare ogni anno una tematica diversa.
PRIMA EDIZIONE - 2015
SOCIAL E:
Lo spazio del pensiero
Il festival “SOCIAL E...” è legato ad un progetto di diffusione del pensiero filosofico contemporaneo e di riflessione critica sui temi maggiori della società, con particolare riferimento ai legami sociali, ai rapporti intergenerazionali e alle tecnologie digitali cosiddette “social”, che sembrano occupare sempre più spazio nella vita quotidiana, a scuola e sul lavoro. Il fine principale è incoraggiare il dibattito, il pensiero e la riflessione della cittadinanza albenganese sui temi che inevitabilmente la riguardano, precisamente in quanto insieme di cittadini del XXI secolo.
Il titolo e il sottotitolo della prima edizione del Festival sono intrinsecamente collegati: l'obiettivo di questa prima edizione del festival è infatti ragionare su ciò che resta del “sociale”, inteso come solidarietà, reciprocità, diritti, legami, in un mondo dove il “social”, che riduce il sociale alla mera condivisione di files, sembra averlo rimpiazzato quasi in toto; tutto ciò è ancora più visibile nello stile di comunicazione dei “nativi digitali”. Lo spazio del pensiero è allora quello che rimane tra la lettera “elle” e la lettera “e”: “Social e...”, lo spazio che suggeriamo di colmare attraverso il pensiero, il ragionamento e il confronto per ridare al sociale, come parola e come concetto, la sua forza, il suo valore e la sua utilità di fronte alle sfide del presente.
La struttura del festival, previsto per il 29 e 30 Agosto 2015 comprenderà un'attività “intensiva” (convegno) per gli addetti ai lavori, che occuperà due mattinate, e una serie di iniziative “divulgative”, aperte alla cittadinanza, che si svolgeranno nelle piazze del centro storico durante i pomeriggi e le serate di sabato e domenica.
I soggetti che parteciperanno attivamente al Festival sono:
-        Riccardo Baldissone, Riccardo Fanciullacci, Antonio Lucci, Fabio Treppiedi, giovani ricercatori universitari, riconosciuti a livello nazionale e internazionale per i loro profili scientifici di alto livello (Dottorato di ricerca, incarichi universitari pluriennali, esperienze all'estero, premi, riconoscimenti, ecc.).
-        Sara Baranzoni e Paolo Vignola, coordinatori scientifici, che affiancheranno l’équipe dei ricercatori svolgendo due generi di attività: durante le mattinate si immergeranno nell'attività
seminariale di elaborazione teorica, mirata alla critica costruttiva in merito alle tecnologie digitali e, in particolare, ai socialnetworks (4 ore per mattina), nonché al senso del rapporto intergenerazionale nella digital society; in serata, nelle piazze del centro storico di Albenga, la stessa équipe terrà una serie di brevi conferenze (15 minuti cad.), con lo scopo di avvicinare il pubblico al ragionamento filosofico “non astratto”, bensì rivolto ai problemi pratici del vivere sociale, della comunicazione in rete e dei rapporti intergenerazionali. In tale ambito, le conferenze saranno concepite al fine di sollecitare quanto più possibile domande e interventi dal pubblico.
-        cinque neolaureati in filosofia, selezionati dai 2 coordinatori scientifici del festival, potranno prendere parte attiva alle sedute seminariali del mattino, con brevi interventi o questioni da porre ai ricercatori e assisteranno alle conferenze pomeridiane/serali.
-        a conclusione del festival, i 5 neolaureati nonché i 4 ricercatori e i 2 coordinatori produrranno ciascuno un saggio scientifico. Dopo rigorosa valutazione i lavori verranno pubblicati all'interno di un volume collettivo che raccoglierà gli interventi dei ricercatori unitamente alla prestigiosa collaborazione di Bernard Stiegler, filosofo di fama mondiale, da alcuni anni frequentatore di Albenga.
-        di rilevante importanza sarà poi il contributo del gruppo di formatori del C.R.I.F. - “Philosophy for children”, il cui scopo è “raggiungere” filosoficamente i bambini, gli adolescenti ma anche i genitori, mediante una metodologia innovativa di approccio ludico e pratico alla filosofia.
-        per rendere immediatamente “visibile”, ma soprattutto “udibile”, il senso sociale e culturale del Festival sarà operativo un gruppo di lettori, (attori, readers, poeti), incaricato di leggere brevi brani di classici filosofici nelle piazze nel corso delle due serate del festival.
-        infine, si prevede la partecipazione di musicisti e compagnie teatrali che intervalleranno le conferenze per rendere più piacevolmente fruibili le serate.
Per l’edizione 2015 il programma della manifestazione si articolerà nel seguente modo:  
Periodo:       - 29 e 30 agosto 2015 dalle 18.30 alle 24.00 circa
Luoghi:          - attività seminariale presso la Biblioteca Civica
                        - attività divulgativa: piazze del centro storico (p.zza San Michele, p.zza S.
                            Domenico, piazza Rossi)
                          In caso di pioggia Auditorium San Carlo, atrio del Museo Navale, ex Cappella San
                          Lorenzo in piazza Rossi.
DESTINATARI E RISONANZA
Il progetto si rivolge ad un pubblico eterogeneo, anche se punta soprattutto sui giovani, nell’ottica di promuovere il valore della conoscenza condivisa e del pensiero. Inoltre il progetto si propone di contribuire ad arricchire l’offerta turistica e le opportunità della comunità locale con un evento culturale di prestigio e risonanza nazionale.
PROMOZIONE
L’attività di promozione sarà svolta tramite un piano di comunicazione che prevede una conferenza stampa, pagine pubblicitarie su riviste specializzate di rilevanza nazionale, campagna pubblicitaria (comunicati stampa, passaggi nelle varie radio locali, ...), utilizzo socialnetworks, contatti con gli ATP del Piemonte e della Lombardia.
PIANO FINANZIARIO (preventivo)
   
VOCE
     
COSTO  PREVISTO
     
 
SERVICE E PERSONALE  TECNICO
     
€ 350,00
     
PROMOZIONE
     
€ 1000,00
     
PUBBLICAZIONE
     
€ 1600,00
     
SIAE
     
€ 100,00
     
OSPITALITA' TRASPORTI  E SPESE VIAGGIO
     
€ 1500,00
     
TOTALE
     
€ 4550,00
 
DIREZIONE SCIENTIFICA E COORDINAMENTO:
Dott.ssa Sara Baranzoni e Dott. Paolo Vignola
Torna ai contenuti | Torna al menu